To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

30 Ott - 01 Nov

URBINO (PALAZZO DUCALE)-GRADARA (CASTELLO) -ITALIA IN MINIATURA -
SAN MARINO - RICCIONE - CESENATICO


30 Ottobre 2021
Ritrovo dei partecipanti e partenza alle ore 6.15 per Urbino. Sosta durante il percorso per ristoro facoltativo. Al mattino visita (con audioguida) del Palazzo Ducale, residenza rinascimentale dei duchi di Montefeltro. Al termine tempo libero per il pranzo, per una scoperta individuale della città e per la visita della casa natale del “divin pittore Raffaello”.
Nel primo pomeriggio (h15.30) partenza per la riviera romagnola. Lungo il percorso sosta a Gradara per la visita guidata del castello, che La leggenda vuole abbia fatto da sfondo al tragico amore tra Paolo e Francesca, cantato da Dante nella Divina commedia. Al termine trasferimento in hotel a Riccione e sistemazione nelle camere. Tempo libero per un aperitivo o una passeggiata. Cena e pernottamento.

31 Ottobre 2021
Colazione in hotel. Intera dedicata alla visita di San Marino, la Repubblica più piccola del mondo. Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro a Riccione, tempo libero per una passeggiata o un aperitivo lungo le eleganti via Dante e viale Ceccarini.

01 Novembre 2021
Colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita del famoso parco ”Italia in Miniatura”. Pranzo libero nel Parco e trasferimento a Cesenatico per un po’ di tempo libero nella cittadina della riviera romagnola famosa per il suo porto canale. Nel tardo pomeriggio (ore 18.30 circa) partenza per il rientro. Sosta durante il percorso per ristoro facoltativo.

Prezzo a pax
€265 con 20 partecipanti;
€255 con 30 partecipanti;
€245 con 40 partecipanti.

Supplemento singola €40
Ragazzi fino a 12 anni €160
Adulti in terzo letto riduzione €10

La quota comprende
Bus Gt a/r;
Hotel 3*** in posizione centrale in una località della riviera romagnola (Riccione) in mezza pensione con bevande ai pasti;
Ingresso e visita guidata al Palazzo Ducale di Urbino*;
Ingresso al parco Italia in Miniatura;
Ingresso e visita guidata alla Rocca di Gradara*;
Assicurazione;
Accompagnatore.
*Le visite guidate saranno effettuate se le norme anti-covid lo consentiranno

Prenotarsi entro il 09/10/21. Acconto alla prenotazione €100
Per partecipare alla gita è necessario essere in possesso del Green-Pass o del risultato del tampone (anche antigenico) effettuato il giorno prima della partenza.

Il Palazzo Ducale di Urbino
Il Palazzo Ducale di Urbino è uno dei più interessanti esempi architettonici ed artistici dell'intero Rinascimento italiano ed è sede della Galleria nazionale delle Marche.
Il palazzo, di proprietà dello Stato Italiano, si trova al centro del borgo storico di Urbino, fiancheggiato da altri monumenti come la cattedrale e il Teatro Sanzio. È uno dei monumenti più visitati della regione ed è luogo di eventi museali, musicali ed artistici.

Italia in miniatura
Italia in miniatura è un parco tematico dell'Emilia-Romagna, fondato nel 1970 da Ivo Rambaldi.
L'area centrale del parco ospita oltre 270 riproduzioni in scala di monumenti, chiese, palazzi e piazze italiane e immersa in un paesaggio naturale in scala costituito da cinquemila veri alberi in miniatura.
Attorno al nucleo sono presenti numerose attrazioni meccaniche e tematiche. La superficie complessiva del parco è di 85.000 m².

Il castello di Gradara
Il castello di Gradara è il complesso che sorge sulla sommità di una collina nel comune di Gradara, in provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, costituito da un castello-fortezza medievale (la rocca) e dall'adiacente borgo storico, protetto da una cinta muraria esterna che si estende per quasi 800 metri, rendendo l'intera struttura imponente.
Gradara è stata, per posizione geografica, fin dai tempi antichi un crocevia di traffici e genti: durante il periodo medioevale la fortezza è stata uno dei principali teatri degli scontri tra le milizie fedeli al Papato e le turbolente signorie marchigiane e romagnole. La leggenda vuole che la rocca abbia fatto da sfondo al tragico amore tra Paolo e Francesca, moglie di Gianciotto Malatesta, fratello di Paolo, cantato da Dante nella Divina commedia.








Image-empty-state.png