Era il settembre 1260, Firenze minacciava Siena con un grande esercito e ne chiese la resa incondizionata in cambio della non distruzione. I senesi, per non perdere la libertà decisero di contrattaccare, chiesero l’aiuto dei castelli e dei borghi più fedeli alla Repubblica. Gli ascianesi accorsero prontamente e tale fu il loro apporto per la vittoria da meritare l’appellativo di “garbati ascianesi” e la costruzione di un ponte sull' Ombrone, il "Ponte del Garbo". Questo garbo, questa gentilezza, noi oggi la mettiamo a vostra disposizione per rendervi il soggiorno in Terra di Siena, il più piacevole possibile. Siamo Matteo e Valentina, lavoriamo come un incoming tour operator, un’agenzia di viaggi, abbiamo due grandi residence Borgo Beccanella e Palazzo Monaci, e siamo guide e accompagnatori turistici. Il nostro ufficio è ad Asciano, dove viviamo e dove siamo sempre in contatto ed a disposizione dei nostri clienti fornendo aiuto ed assistenza (il nostro personale parla inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano). Noi offriamo ai nostri clienti un servizio completo basato sull’esperienza e sulla conoscenza di persone che sono nate e cresciute nell’aridità di queste terre, e vogliono aiutarti ad apprezzarla ed a comprenderla. Il nostro lavoro è fatto da uno staff di persone che hanno l’esperienza di una vita passata tra calanchi e biancane, facendo il pendolare sulla Siena-Chiusi, piangendo e gioendo nel Campo di Siena durante il Palio.

 


"che vuole mio caro Sig. Luciano!
Mi accorgo di essere mal fatto e mal piallato e mi
converria passar per Asciano
a pigliar quel buon garbo che mi manca"

Giosuè Carducci
 

ponte-del-garbo-asciano 2.jpg